Analisi dei costi

L’analisi dei costi, un percorso complicato ma essenziale in ogni azienda

Analisi dei costi

L’analisi dei costi, un percorso complicato ma essenziale in ogni azienda che consente di aumentare gli utili oppure di essere più competitivi sul mercato. Solitamente è un lavoro che viene fatto in fase di start up ma spesso gli imprenditori si accorgono dell’importanza dell’analisi dei costi solo nei periodi di crisi o di forte crescita.

Purtroppo spesso ci si affida ad un commercialista per fare l’analisi dei costi della propria impresa ma in realtà, come gli stessi commercialisti sanno, l’analisi dei costi è un lavoro specifico della consulenza. In fase contabile infatti abbiamo un lavoro a valle che imputa i costi a determinate voci di spesa. Il lavoro della consulenza invece lavora a monte e fornisce gli strumenti per organizzare e pianificare l’attività in funzione dei costi.

Cos’è l’analisi dei costi

I costi si distinguono in tre settori ognuno dei quali al suo interno ha due famiglie: i costi fissi ed i costi variabili. Mentre i costi fissi sono un impegno costante per l’impresa a prescindere della sua produzione, i costi variabili invece appunto variano in funzione della produzione.

Facciamo degli esempi: un costo fisso è sicuramente l’affitto di un immobile. Anche una rata di un noleggio è un costo fisso. Dal punto di vista contabile saranno imputati in voci diverse (godimento di beni di terzi e servizi) ma dal punto di vista finanziario avranno la stessa valenza. Ogni mese caschi il mondo, quelle scadenze vanno saldate. I costi variabili invece come detto, sono quei costi che variano in funzione della produzione. Quindi se io vendo penne da stilo e i tappi li compro da un’altra azienda, più penne vendo più tappi dovrò acquistare. Fin qui tutto semplice.

Un aspetto fondamentale per comprendere le dinamiche finanziarie di un impresa è che mentre i costi fissi hanno un incidenza variabile, i costi variabili hanno un incidenza fissa. Questo concetto è alla base dei processi decisionali per generare utili superando il famigerato break even point. Ma cosa significa? Immaginiamo di avere un’azienda che fattura ogni mese 100 euro e dovrà pagare 10 euro al mese di affitto. In questo caso l’affitto, che è un costo fisso, ha un incidenza del 10% sul fatturato. Ma se aumento il fatturato a 200 cosa succede? Succede che l’incidenza dell’affitto sull’azienda si è ridotta al 5% del fatturato. Quindi il costo fisso ha un incidenza variabile sulla produzione. Di contro se io spendo nella stessa azienda 20 euro per comprare i tappi delle mie aziende e fatturo 100 euro, i tappi avranno un incidenza del 20% sul fatturato. Infine se io raddoppio le mie vendite dovrò raddoppiare anche il numero di tappi comprati, quindi fatturando € 200 dovrò comprare € 40 di tappi e l’incidenza sarà sempre del 20%. Quindi i costi variabili hanno un incidenza fissa sul fatturato (questo è parzialmente falso perché raddoppiando l’acquisto dei tappi probabilmente avrò maggior potere contrattuale col fornitore, magari riuscendo a strappare un prezzo migliore per singolo pezzo acquistato).

Struttura dei costi

Il rapporto tra costi fissi e costi variabili in funzione della crescita del fatturato, deve determinare la possibilità dell’azienda di generare degli utili rispetto alla sua capacità produttiva. La capacità produttiva di un azienda è un dato stabile e non è detto che il rapporto tra prezzo di vendita, costi fissi e costi variabili possa sempre generare degli utili. Ci sono aziende o più spesso start up che non hanno alcuna possibilità di successo perché la capacità produttiva è troppo limitata rispetto ai margini. Ma come si scompongono i costi?

I costi in un azienda sono fondamentalmente di tre categorie:

  • Costi di produzione
  • Costi di organizzazione
  • Costi di commercializzazione

L’analisi dei costi entrerà nel merito di ognuno di questi comparti con metodi diversi e con strumenti diversi. In un’azienda di produzione ad esempio dovremo ancora distinguere costo del lavoro in termini di tempo, materie prime e attrezzature. Spesso queste analisi sono talmente complesse che le grandi imprese assumono al proprio interno personale manageriale in grado di fare l’analisi dei costi. Le piccole e medie imprese invece si affidano a consulenti come noi che una volta fatto il lavoro non rappresentano più….un costo fisso.

 

Contattaci per la tua analisi dei costi

Via Federico Confalonieri 21/23 – 00071 Pomezia (RM)

14 + 15 =

Analisi dei costi ultima modifica: 2018-05-10T12:55:00+00:00 da Emiliano Nazzaro
Share This

CONDIVIDI!

Condividi con i tuoi amici e i tuoi colleghi!